I 7 Migliori Tamburelli Da Suonare Ad Ogni Età

Febbraio 12, 2019

Ti è mai passata per la testa l’idea di acquistare uno di quei simpatici tamburelli?

Ti piacerebbe usarne uno durante le tue performance musicali?

In base al motivo per cui vorresti possederne uno, troverai in questo articolo dei preziosi consigli e delle utili informazioni che ti permetteranno di acquistare il miglior Tamburello in base alle tue esigenze!

Scopri tutte le tipologie tra cui scegliere e impara a valutare le diverse caratteristiche di questo strumento musicale semplice, ma dal fascino intramontabile.

Qui di seguito ti presentiamo i migliori tamburelli:

1. Tamburello Fuzeau 590

2. Tamburello Stagg TAB-1 BK

3. Tamburello Tiger TAM84-08

4. Tamburello Tiger TAM98-10

5. Tamburello Atlas GR19030

6. Tamburello GEWA 841350

7. Tamburello ammoon

Cos’è il Tamburello?

Il tamburello è uno strumento a percussione di origini antichissime.

Nella sua versione originale, si presenta con un telaio circolare, all’interno del quale vengono posizionate coppie di piccoli piatti in metallo detti cimbalini.

Una membrana in pelle applicata sul telaio permette di ottenere suoni sia colpendo la pelle, sia muovendo il telaio e facendo così suonare i cimbalini.

Il termine  prende il nome dal tamburello basco, ma nel gergo comune il termine viene utilizzato per indicare anche diversi tipi di tamburello con sonagli, includendo anche quelli senza pelle.

tamburello-è-uno-strumento-a-percussione

Storia

Le origini dei questo sono antichissime! Sembra esistesse già nel 2000 a.C.e che fosse utilizzato anche dagli Egizi!

Il suo uso nel periodo medievale è testimoniato dalla sua rappresentazione nei quadri di famosi artisti dell’epoca, tra cui anche Giotto.

Considerato uno strumento facente parte delle latin percussion, occorre sottolineare che in ogni parte del mondo ne esiste una variante: in Brasile troviamo il pandiero, in Ucraina il buben, in Malesia il rebana,…

Usati in passato anche nella musica classica, anche ai giorni nostri i tamburelli rimangono degli strumenti molto utilizzati e apprezzati.

Essendo degli strumenti semplici e tra i più eocnomici, vengono impiegati spesso anche con i bambini, per iniziare ad avvicinarli alla musica in modo divertente.

Utilizzo

Nella musica contemporanea il tamburello viene impiegato principalmente nella musica folk, rock e pop occidentale: lo hanno usato Phil Colloins, i Beatles e anche i Queen.

Questo strumento può essere aggiunto a un set di batteria, ma anche utilizzato dai cantanti che lo possono suonare senza impedimenti durante le loro performance, ottenendo inoltre un bel tocco scenografico.

Ultimamente viene impiegato anche nei gruppi di danza, nei cori e in qualche duo acustico in cui il cantante lo suona aggiungendo un po’ di ritmo ai brani più allegri o movimentati.

In Italia è famoso il tamburello pizzica utilizzato nei brani popolari del sud che accompagnano le danze.

Scegliere il Tamburello Giusto

I tamburelli sono strumenti piuttosto economici e facili da reperire.

Se trovare uno di questi strumenti è molto semplice, occorre saper scegliere il modello più adatto alle proprie esigenze!

Se vuoi uno strumento per un bambino, dovrai sceglierlo di piccole dimensioni e costruito con materiali resistenti e studiati appositamente per evitare piccoli infortuni.

Un altro fattore da prendere in considerazione è l’impiego: ti serve uno strumento professionale? Oppure lo vuoi per scopi ricreativi?

In questo caso potrai valutare un modello professionale o uno più economico.

Esistono anche i tamburelli che non hanno pelle e che sono quindi vuoti: questo modello è molto usato nel rock, soprattutto nella recente versione di tamburello mezzaluna.

Se desideri inserire lo strumento nel tuo set di batteria potrai trovare delle pratiche versioni montabili pensate appositamente per questo tipo di utilizzo e vendute con il montaggio: ti sarà molto più semplice procedere con l’installazione.

Scegliere-il-Tamburello-Giusto

Tipi di Tamburello

Come accennato, in giro per il mondo troviamo un sacco di varianti de di questo strumento musicale!

Vediamone alcune insieme!

Pandeiro

Nato in Portogallo e poi portato in Brasile, il Pandeiro è esteticamente molto simile alla versione tradizionale, le differenze sono una pelle la cui tensione è più regolabile e il jingle più nitido.

Riq

In Arabia troviamo il Riq, chiamato anche Shaker, strumento molto importante nella tradizione musicale araba e dotato di 10 paia di sonagli.

Buben

Il Buben è la versione dell’est europa, diffuso in paesi come l’Ucraina, la Russia e la Polonia.

Il telaio è realizzato in metallo o in legno e i sonagli sono anellini, piccole campane o cimbali.

Daf

Il Daf lo troviamo in India, in Turchia e in Iran. Le sue caratteristiche sono le grandi dimensioni, la pelle spessa e il numeo dei sonagli che è solitamente uguale a cinque.

Dayereh

Macedonia, Asia e Balcani hanno invece il Dayereh, strumenti di medie dimensioni, con pelli in pelle di capra e anellini di metallo posizionati lungo il bordo interno del telaio.

Perché Imparare a Suonarlo?

Perché no? E’ uno strumento a basso prezzo che non richiede ore di studio o di pratica!

Potrai portarlo in spiaggia ed esibirti con il chitarrista di turno o rallegrare i canti del coro della chiesa, oppure divertirti semplicemente a suonare sopra le tue canzoni preferite nel tempo libero.

Sei sei il cantante di un gruppo musicale o di un duo acustico, potrebbe diventare il tuo strumento per dare un tocco in più alla tua immagine: è molto bello da vedere!

Prendi la Tipologia Adatta

Un modello per bambini o uno per adulti?

Anche un tamburello “vero” può essere adatto ai bambini, ma quelli giocattolo sono migliori per i più piccoli che potrebbero romperli in pochi minuti. Quelli appositamente studiati per i bambini hanno anche peso e dimensioni più adatte.

Uno a mezzaluna o uno tradizionale?

Se intendi suonare anche il tamburo devi orientarti su un modello tradizionale, se vuoi invece suonare solo per effetto dello scuotimento dei campanellini puoi scegliere il mezzaluna, più pratico da tenere in mano.

Recentemente sono uscite anche delle mini versioni da attaccare alle scarpe, ottime per chi suona un’altro strumento come la chitarra e vuole aggiungere un po’ di ritmo alle proprie esibizioni da solista.

Ricorda che se intendi utilizzare lo strumento per delle registrazioni in studio dovrai porre particolare attenzione a sceglierne uno di alta qualità o che presenti il marchio di approvazione per l’utilizzo nelle registrazioni.

Questo strumento necessita infatti di particolari caratteristiche per poter essere registrato in modo ottimale.

Misure e Membrane

La dimensione può fare la differenza tra il modello perfetto e quello che poi non utilizzerai perchè “troppo piccolo” o “troppo ingombrante”.

Se ti trovi in un negozio fisico, puoi facilmente vedere e provare le diverse dimensioni, ma se ti affidi a un negozio di vendita on line devi leggere attentamente le misure, considerando che spesso sono indicate in pollici.

Ci sono numerosi siti che ti permettono di effettuare una rapida conversione, per avere un’idea elenchiamo le misure più diffuse e la loro corrispondenza in centimetri: 8 pollici sono circa 20 cm, 10 pollici sono circa 25 cm e 12 pollici sono circa 30 cm.

Gli 8 pollici sono migliori per i bambini, mentre gli adulti dovrebbero valutare modelli da 10 o 12 pollici.

Il suono non varia molto in base alla misura: scegliere quella giusta è importante per poter impugnare lo strumento al meglio e maneggiarlo con praticità.

Per avere una reale idea delle misure, l’esperienza consiglia di prendere un metro: a volte a mente ci immaginiamo misure molto diverse da quelle che sono in realtà, soprattutto se si parla di diametri e oggetti circolari.

Per quanto riguarda le membrane ne troverai di due tipi: in pelle di vitello o in plastica (o altri materiali sintetici).

Le versioni con vera pelle sono più costose, ma il suono non cambia eccessivamente, quindi la vera pelle è consigliata solo ai professionisti non vegani.

Misure-e-MembraneAltre Particolarità

Cercando il modello da acquistare tra le varie offerte sul mercato, ti troverai a dover scegliere anche tra tamburelli con cimbalini su una fila o a doppia fila.

La versione a doppia fila enfatizza il suono, mentre la versione singola offre un suono più discreto.

La scelta si basa sulle tue preferenze e anche sul luogo in cui dovrai suonare: in casa o in piccoli luoghi è meglio optare per la versione standard, se suoni insieme a una band meglio la versione con doppia fila di cimbalini, così che lo strumento sia udibile anche quando utilizzato con altri strumenti amplificati.

Da non dimenticare: se sei un principiante cerca di acquistare un modello pre-accordato, in caso contrario dovrai accordare lo strumento manualmente, impresa non proprio facile per un neofita.

Cose da Considerare Prima dell’Acquisto

Diamo un’occhiata a tutte le parti dei questo simpatico strumento musicale per avere un’idea ancora più chiara delle caratteristiche da prendere in considerazione per farsi un’opinione veritiera sul tipo di prodotto.

Telaio

Il telaio è solitamente in legno o in plastica. Il telaio deve essere ben solido per produrre un buon suono e anche per resistere ai forti colpi.

Pelle

Che sia vera o sintetica deve essere di qualità: questo aumenterà anche la durata dello strumento.

Cimbalini

Un suono articolato e brillante è dato da cimbalini di qualità. Un suono può trasformarsi in un fastidioso rumore se non viene ben curato!

Qualità

La qualità è alla base di ogni prodotto di lunga durata e di buone prestazioni.

A volte la marca è sinonimo di qualità, ma non sempre: analizza bene le caratteristiche di più prodotti, seleziona quelli in linea con le tue necessità e tra questi scegli quello di qualità migliore e non lasciarti condizionare da una diversità di prezzo di pochi euro.

Fatti Interessanti Rigurardo il Tamburello

Oltre ai già citati Beatles, Freddie Mercury e Phil Collins, tra i musicisti che hanno usato/usano questo strumento troviamo Peter Gabriel, Stevie Nicks, Robert Plant, Roger Daltrey e anche Jim Morrison!

Il batterista degli U2 ne ha uno montato sul proprio supporto per il charleston e anche il brano “Wheels” dei Foo Fighters presenta il suono del tamburello!

Il tamburello diffuso nel sud della penisola italiana è uno degli strumenti principali per suonare la pizzica e la tarantella.

La tarantella è nata come forma musicale per combattere il tarantismo (o tarantolismo), una sindrome culturale di tipo isterico.

Secondo la tradizione, questa sindrome veniva causata dal morso di alcuni ragni.

Il tarantismo si verificava principalmente nel periodo estivo della raccolta del grano e provocava malessere generale, depressione, malinconia, deliri, dolori muscolari,…

La cura era una terapia musicale, in cui il soggetto doveva danzare in modo frenetico fino a raggiungere uno stato di trance.

Il fenomeno è stato definito “esorcismo musicale”.

Se anche non sei stato morso da un ragno, stai sicuro che il tintinnio saprà portarti l’allegria!

Recensioni di prodotti, articoli, trucchi e altro ancora...